Skip to content →

Arsnoctis Posts

Gwi – lo spettro (non del Natale passato)

Un protagonista dannato tanto caro alle crocerossine. Un uomo il cui sguardo è carico di quel tormento misto a determinazione che è in grado di sciogliere più di una pudica ritrosia. Se Musang è in questa selezione però, non è merito del suo ciuffo ribelle, il resto del post spero sia in grado di confermarlo.

Leave a Comment

the Swordsman – una spada al servizio del re Yeongjo

Intrighi di palazzo o spade fulminee? Con questo numero 1, è difficile prevedere verso dove penderà l’ago della bilancia. Nel dubbio direi che si potranno trovare gli uni e le altre. Una serie breve in grado di mostrarci un eroe che non fa parte dei principi azzurri che ci è dato conoscere in Europa e dintorni. La copertina parla chiaro: qui il focus è su guerrieri che masticano arti marziali.

Leave a Comment

Sun’s legend – la Storia dei Tre regni in un minuscolo spazio vitale

2 volumetti per raccontare la storia dei Tre regni in chiave fantasy – pubblicati da J-pop – per vivere una pagina di storia che ha riempito incunaboli e incunaboli di vicende, in due agevoli volumi tascabili.

Leave a Comment

Deja-vu e le 4 stagioni di Youn In-Wan

Si parte in sordina, lasciando ai più giovani l’impazienza di saltare l’antipasto. Con questo fumetto non si può che preannunciare un approccio graduale, pena l’indifferenza totale verso le sue pagine. 6 disegnatori e uno sceneggiatore comune, per cominciare a confrontarsi nel concreto con la varietà interna tra gli stili personali dei fumettisti coreani.

Leave a Comment

Manwhatale – intro e primi cenni di fumetto coreano con Gung

Dicembre 2021, come annunciato sulle mie pagine “social” comincia il Manwhatale. Su questo blog si apre così lo spazio per una sorta di ricerca dedicata al fumetto coreano. La rubrica prevede la condivisione di un titolo al giorno, per i 24 giorni del cosiddetto Avvento.

Leave a Comment

Mostri, il fumetto che comincia dove finiscono le lacrime.

Letto in: Barry Windsor-Smith, “Mostri”, Mondadori – Oscar Ink, 2021.

[ Pubblicato per la prima volta in Italia nel 2021, 365 pp – Rilegato, b/n].

in estrema sintesi: ★★★★★

Ho notato questo volume tra i consigliati per Halloween, così ho pensato di scriverne due righe, prima che qualcuno lo acquisti in cerca di lupi mannari.

Leave a Comment

Fumettisti liguri, sceneggiatori e disegnatori che popolano la Liguria

Qualche mese fa ho trovato grande conforto dal cosiddetto journaling – appuntare a fine giornata le cose fatte e provate, in modo da poterci ragionare con più calma.

Ho deciso di ricominciare a scrivere tutti i giorni, magari pubblicando più spesso il frutto di queste righe, sopratutto quando metto insieme cose diverse dalla ricetta di un budino senza lattosio. Qui un articolo che ho scritto con questo spirito qualche settimana fa e che trascrivo per questa occasione, buona lettura!

Fumettisti liguri – un elenco fatto per essere integrato

Leave a Comment

Nei suoi panni ovvero storia di 10 mascherine

Microracconti Covidcorrelati, dopo i Racconti di quarantene immaginate, torno a scrivere di questo periodo sciagurato, buona lettura!


Questa era in un parco pubblico, al centro della città. Dopo tanto verde, la vista di qualcosa di rosso tra le sbarre esterne di un cestino di ghisa, ha attirato la mia attenzione. Peggio ancora, pareva sorridere. In un’altra vita forse sarei passato oltre, per fuggire da quel dettaglio inquietante, invece mi sono avvicinato per liberarla, prima di gettarla del tutto…

… Ma facciamo un passo indietro, quello che state leggendo è un piccolo resoconto nato tra il 2020 e il 2021. Non mi sono dato alla lavorazione della ceramica, ma come altri ho cominciato a coltivare un nuovo passatempo. Colleziono ipotesi. Nello specifico le ipotesi elaborate partendo dal ritrovamento di mascherine… usate. Certo, ora starete pensando che io abbia qualche problema psichiatrico e che il passo tra me e chi acquisti intimo usato su internet sia breve. Beh, lasciate che vi racconti la storia delle mie preferite, diciamo 10 tra quelle che ho collezionato, o forse ho inventato di sana pianta, nell’ultimo anno. Sappiate che per lavoro le raccolgo, certo, ma poi le avvio verso lo smaltimento. Nessuna differenziata per questi rifiuti, dritte nel secco. Il mio nuovo hobby si colloca proprio in quel momento, nell’ultima occasione che hanno di raccontare la loro storia a qualcuno. Ma dove eravamo? Ah sì, la mascherina rossa.

Leave a Comment