Skip to content →

Genova – Prendendo appunti sotto la pioggia

Stufa di regalare contenuti a tutti i social network esistenti, ricomincio a prendere nota di tutto quello che pubblico. Anche quando si tratti di frammenti cinguettati.


Oggi 4 tweet, nati dagli appunti mentali presi il 23 aprile 2019 attraversando Genova sul sedile posteriore di uno scooter. Tra me e la pioggia solo il casco, i vestiti e la cerata da lavoro che era di mio nonno.

Per amor di cronaca e per far capire meglio il contesto:

  • lo scooter è un People S della Kymco
  • il percorso va da Genova Sampierdarena a Pieve Ligure
  • mio nonno faceva il gommista, ergo: la cerata è giallo intenso con il grande logo della “Dunlop”
  • davanti a me un tizio alto quasi un metro e novanta.

In pratica ero un fantasmino uscito da Pac Man, al seguito di un pilota abbigliato in maniera più adatta alla circostanza.


Qualche anno fa ho scritto dei post ben più mesti parlando di pioggia. Si parlava di fango, pale e alluvioni in Genova Marassi. Da allora sono diventata – tra le altre cose – una pendolare alle dipendenze del palinsesto di Trenitalia. Ogni viaggio ha un sapore diverso, quando non viene espresso in minuti di ritardo.

Non dimentico l’acqua del Rio Fereggiano fin sotto alla vita, è solo che da un motorino diretto verso Pieve Ligure, è più facile vedere la pioggia attraverso la lente più nostalgica che mi appartiene.

Nell’immagine di copertina, una fotografia di una giornata di pioggia genovese, scatto del 28 febbraio.

Voi come vivete la pioggia e questi miei post più vecchia scuola?

 

 

Published in Considerazioni

Comments

Scrivimi la tua!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: