Skip to content →

Come supportare un content creator?

Come supportarmi online, social network e non solo

Scrivo questo articolo dopo un’ondata positiva di persone che sono riuscita a sostenere durante l’autoquarantena. Io, misantropie latenti e tanti altri difetti, ho supportato delle personcine e sono molto orgogliosa e felice di averlo fatto. Da qui lo spunto – che mi è proprio stato chiesto –  per poter fare lo stesso con me. Il mondo sarà anche ammorbato dal Covid, ma sa ancora essere un posto davvero sorprendente. Questi consigli valgono per me e per i miei account, ma credo siano trasferibili a chiunque sia il vostro blogger/youtuber/instagrammer… di fiducia.

Cosa faccio in rete? Creo contenuti. Come supportare una persona che crea contenuti in rete? Supportandoli uno per uno. Facile e indolore.

Se si tratta di una persona che ha un negozio, ovviamente il passo migliore è un acquisto diretto, ma se quel qualcuno ha anche una certa presenza in rete, condividere i suoi prodotti gli permetterà di arrivare ad altri clienti,e ciò è già molto bene.

Nel dettaglio:

  • Mettere mi piace
  • Lasciare un commento
  • Condividere con altri a cui potrebbe interessare/piacere

Ecco i tre passaggi fondamentali per farci galleggiare nel mare magnum dell’internet. Ecco come valorizzare un contenuto rispetto a un altro: facendolo vedere più degli altri.

Stufi del grande successo della paccottiglia? Vorreste che tutti si fiondassero sul canale di Altroquando invece che passare il tempo a giocare ai giochi in flash sul browser? La chiave è consigliare le cose giuste. Alcuni di quei giocatori saranno dei feticisti di Btlz.exe, altri magari non guardano i video di Filippo perché non lo conoscono. Voi potete aiutarli a rimediare.

Riguardo al finanziamento periodico o una tantum, dovrei scrivere un pezzo apposito, in estrema sintesi: Alcuni “creativi” si appoggiano a Ko-fi, Paypal, Twitch… o Patreon, che è la piattaforma che preferisco tra quelle che offrono servizi simili. Tutti mezzi che permettono delle donazioni di natura monetaria, di solito a partire dal prezzo di un caffè. Supportarli da quelle parti, spesso gli permette di continuare a finanziare ciò che fanno tutti i giorni. Nota sui disegnatori, non abbiate timore di chiedere il prezzo di una commissione, è letteralmente il loro pane quotidiano, alla peggio vi diranno che non ne accettano o scoprirete di non potervelo permettere.

Se questo non sembra sufficiente, si può attivamente creare qualcosa che consigli ciò che fa, da un link sul tuo blog che porti al suo, a una storia su Instagram che dica che il suo ultimo video su Youtube è orrendo. Tutto valido.


Da qui in avanti parlo soprattutto per me, ma credo valga per tutti coloro che trattino libri e fumetti.

Si può fare ancora di più?

Mannaggia, non ho nemmeno raggiunto 500 followers su Instagram e ho già la ressa!

Potete mandarmi qualcosa da leggere e quindi nuovo materiale di cui parlare. Ecco, questo sì che è un passo ulteriore. Mi sono stati consigliati webcomic, pagine Facebook e remoti blog su Tumblr, questi sono tutti consigli apprezzatissimi e possono diventare nuovo materiale per i miei lavori. Di solito trovo tutto da sola, è proprio questo il punto, ma è con i consigli esterni che arrivo quasi letteralmente oltre.

Leggo attivamente solo in italiano e in inglese. Ho qualche elemento su altre lingue e ogni tanto mi ci diletto, ma queste due sono le uniche due che mi sento di dirti di leggere bene, eviterei tutte le altre.

La novità di oggi, 15 maggio 2020, è che puoi regalarmi un libro/fumetto. Ho creato una wishlist di ebook su Amazon, Covidfree, Lactosefree e Glutenfree… un sacco di free. Al momento non ho nemmeno pensato alle poste, perché la situazione non mi sembra delle più propizie.

In ogni caso qui in chiaro, non troverete nessun un indirizzo fisico a cui mandare nulla. A casa mia non arriva la posta, chi mi conosce può attestare che ricevo in ritardo anche le bollette. Quindi gli indirizzi che fornisco sono di parenti e amici, informazioni che tutelo anche più del mio indirizzo stesso.

Ecco il link alla wishlist di Amazon di “Arsnoctis” su cui ho caricato alcuni ebook che mi mancano e che mi piacerebbe avere e leggere. Chi volesse inviarmi un titolo che non è presente, mi scriva pure dove gli pare, se mi manca ed è sulla piattaforma di Amazon, sarò entusiasta di aggiungerlo all’elenco e permettergli di mandarmelo.

Aggiunta del 16 maggio: al momento le liste dei desideri hanno un bug con gli ebook, non potrete fare tutto con un click, così ho aggiunto le istruzioni in cima alla lista stessa. Apritela e scoprirete come funziona.

Nota sulla mia wishlist di Amazon: come già detto altrove, si tratta di qualcosa che mi sono decisa a pubblicare dopo lunga riflessione. Il primo motore è sempre il fatto che, come molti lettori voraci, il mio portafoglio è molto più ristretto della mia voglia e capacità di leggere. Quello secondario, è stato trarre tanta soddisfazione dal fare qualcosa per qualcuno che seguivo già con piacere. Ho scritto mail e mandato lettere, condiviso post e profili e regalato libri, fumetti, oggetti prodotti a mano, disegni. Fatto piccole donazioni. Quindi credo di aver capito chi ha deciso di volermi mandare un fumetto in cambio di tante ore passate nella mia – seppur discutibile – compagnia.

Ciò che pubblico sotto il nome di Arsnoctis è spalmato su molte piattaforme e ho scelto liberamente di pubblicare molto, anche in forma gratuita. Non sentitevi obbligati a regalarmi alcunchè.

Ciò che mi ha convinta è che il mondo del lavoro ha un po’ deciso che ciò che scribacchio può avere un valore economico. Quindi, se qualcuno di voi ritenesse di aver tratto qualcosa da ciò che pubblico, al punto da volermi ricambiare in un modo tangibile, potrà farlo. Il tutto è sulla sola base volontaria ed esiste per chi avesse piacere e modo di farlo. Tutti i passaggi indicati in precedenza sono graditi e degni quanto il “regalaglielo subito” in calce a un fumetto.

Detto questo grazie a tutti coloro che hanno investito il loro tempo a guardare/leggere/ascoltare quello che lancio nell’internet, grazie a voi ho ottenuto molto, anche se i numeri sembrerebbero contenuti, sono stati convertiti anni fa in qualcosa di molto più grande. Grazie alla rete ho imparato un mestiere, e questo vale anche più di un – seppur graditissimo – like.

Vi mentirei scrivendovi che vi abbraccio, ma vi ringrazio dal più profondo degli strati di stoffa nera che mi trovo a indossare.

Published in Considerazioni

Comments

Scrivimi la tua!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: