image

Buongiorno miei affezionatissimi,
ieri, 22 Ottobre 2015 Netflix ha finalmente gettato un’ancora anche in Italia e io non potevo certo esimermi dal provarlo immediatamente per poter condividere con voi  le mie impressioni al riguardo, Buona lettura!

Per chi non avesse idea di cosa sia Netflix:

image

Si tratta di un’azienda statunitense che opera a livello mondiale. Azienda che non vende caramelle o altri oggetti di consumo, ma offre un servizio. Ovvero la possibilità di vedere in streaming -cioè online, passando per internet e quindi per il telefono, un po’ come Youtube- serie animate, serie televisive, film e documentari sottoscrivendo un abbonamento a canone mensile. L’azienda si prende carico di pagare i diritti di riproduzione di tutto ciò che propone quindi, un po’ come Spotify, garantisce la totale legalità dell’operazione in tutti i pesi in cui opera. Il servizio è disponbile in Italia da circa 24 ore, mentre in patria è attivo a partire dal 1997, anche se è cambiato molto dal servizio che veniva offerto inizialmente dai suoi abbonati. Negli ultimi anni si sono dati alla produzione di serie tv/documentari realizzando prodotti di successo come: Hemlock Grove e House of cards (non presenti nel catalogo italiano, almeno per ora) o Daredevil, Orange is the new black e Sense8 (già presenti nel catalogo a nostra disposizione). Vi sono 3 tipi diversi di abbonamento -per ulteriori dettagli vi invito a consultare i link che lascerò al termine del post, io faccio un riassuntone, come al solito- Il primo permette di abilitare la visione dei contenuti su un unico dispositivo, il secondo ne prevede 2 mentre il terzo vi permetterà di connettere fino a 4 dispositivi contemporaneamente. NB: questo rende possibile la presenza di diversi utenti sullo stesso abbonamento, quindi potreste considerare di dividere la spesa con amici e/o parenti, Netflix creerà un account per ognuno degli utenti in modo che tutti possano comunque avere in memoria quello che hanno già visto, il genere di cose che preferiscono vedere etc etc. Esiste anche la possibilità di creare un profilo per un bambino, che gli permetterà di accedere a tutti i contenuti adatti ai bambini impedendo invece l’accesso ai contenuti indirizzati ad un pubblico adulto. [qui sopra potete vedere il loro logo. Fonte: Google.]

Veniamo alle mie prime 24 ore,

Ho fornito un indirizzo e-mail valido e scelto una password. Ho selezionato l’abbonamento “standard” -che è quello che mi interessa maggiormente- e scelto un metodo di pagamento preferito.

Poi ho avviato il periodo di prova dal mio pc; questo mi permetterà di testare il servizio per 30 giorni senza sostenere nessun costo.

Se poi il servizio non dovesse rispondere alle mie esigenze potrò disdire l’abbonamento in qualsiasi momento, prima del periodo di prova gratuito o dopo uno qualsiasi dei mesi che avrò deciso di pagare. Nel caso dell’abbonamento su 2 dispositivi il canone mensile sarà di 9.99€.

Per utilizzare Netflix dal computer non ho dovuto installare nessun programma nè applicazione. Si accede direttamente dal browser, come qualsiasi altro sito internet. Volevo verificare che la mia connessione ad internet fosse abbastanza solida da potermi permettere di riprodurre qualsiasi filmato senza problemi e così è stato. Sono riuscita a vedere un paio di puntate mentre parlavo con un paio di persone su Skype, sono abituata a stare al telefono da pc per via di diversi giochi online e simili -non vi annoierò oltre, ma era per chiarire che anche con una connessione italiana (e senza uno degli operatori più veloci in commercio) sono riuscita a vedere tutto senza problemi. Non ho avuto nessun problema di lag, buffering o impuntamento. Tutto liscio. In genere preferisco guardare le serie in inglese, ma ho provato a cambiare le impostazioni della lingua e dei sottotitoli nel bel mezzo di una puntata, non ha fatto una piega e ha continuato a riprodurre la puntata nella nuova lingua che avevo impostato, così verificato anche questo: molti contenuti presentano il doppiaggio in italiano e quando ne sono sprovvisti, danno la possibilità di attivare i sottotitoli nella nostra lingua. Ho visto le puntate a cui ero arrivata senza dover necessariamente partire dalla prima. La visione della stessa puntata si può ripetere un qualsiasi numero di volte, senza limitazioni, ma non si può scaricare su nessun dispositivo per poi vederla offline.

Per quello che ho potuto vedere le serie NON Netflix sono disponibili fino all’ultima stagione già localizzata in italiano (Supernatural arriva alla stagione 7, Downton Abbey alla 3, Doctor Who alla 8 della nuova serie…) mentre quelle Neflix sono disponibili integralmente.

Ora parliamo di titoli,

cioè quali serie, film, documentari…ho trovato a mia disposizione. Il catalogo disponibile in altri paesi è molto più ampio, quindi i titoli che citerò sono quelli che potrete vedere in Italia, ci tengo a precisarlo ancora una volta.

Mi sono scritta alcune delle serie che sono stata felice di trovare: Daredevil, Doctor Who, Dr.House, Downton Abbey, The following,  Lie to me, New girl, Orange is the new black, Sense8, Sherlock (BBC), Supernatural…

Anime con lo stesso criterio: Cowboy bebop, Sword art online...

Film con lo stesso criterio: Il buono il brutto e il cattivo, Caterina va in città, Dorian Gray, il favoloso mondo di Amelie, La foresta dei pugnali volanti, Hysteria, l’illusionista (film d’animazione), The iron lady, Matrimonio all’inglese, The millionaire, Notting hill, Shine, Persepolis, The queen, Stardust, La tigre e il dragone, Uomini che odiano le donne (la trilogia svedese)…

Documentari con lo stesso criterio: Bowling a Columbine, Keith Richards – under the influence, Kurt Cobain – about a son, Life, Sense8 – la creazione di un mondo…

A occhio direi che il catalogo prevede già diverse centinaia di titoli quindi per il momento posso ritenermi soddisfatta. Questo non è l’elenco delle opere presenti sul servizio, ma sono alcuni dei titoli di cui ho apprezzato la presenza e/o titoli che mi sento di consigliare.

Link all’homepage italiana di Netflix: x

Un paio di articoli interessanti al riguardo: La Stampa AndroidWorld

Ci risentiamo alla fine del periodo di prova, quando potrò esprimere un giudizio più sensato e avrò deciso se abbonarmi o meno.
Per il momento è tutto.

Alla prossima,
A./L.

Scrivimi la tua!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: