image

Buongiorno miei affezionatissimi,

oggi si parla de Spiderwick, le cronache. L’edizione in cui l’ho letto io è:

image

The Spiderwick chronicle – The completely fantastical edition, DiTerlizzi – Black, Simon & Shusters .Farò riferimento alla suddetta per tutto il post.

Da qui in avanti arriveranno le mie considerazioni al riguardo, con tanto di accenno alla trama senza spoiler, Buona lettura!

Se c’è una cosa che ho imparato sui bambini è la seguente: non trattarli da bambini, racconta le cose così come le hai immaginate, e avrai la loro attenzione. Sgarra e fallirai miseramente.

Holly Black e Tony DiTerlizzi lo hanno fatto e i bambini lo hanno avvertito. Ecco la differenza tra un buon libro per bambini e i romanzetti semplificati, i primi sono godibilissimi anche dagli adulti, siano essi genitori o lettori curiosi, i secondi piacciono solo a qualche bambino e poi lasciano il tempo che trovano. Inutile dire che quest’opera rientra, comodamente, nella prima categoria.

Trama secondo me: i fratelli Grace -Jared, Simon e Mallory- sono avviliti dal trasferimento forzato in una magione sgangherata e alquanto fatiscente, ai loro occhi tutta la situazione sembra inutile e priva di senso, fino a che un libro -ancora più rattoppato della casa in cui sono finiti- gli mostrerà mondo sommerso che diventerà così determinante nelle loro vite da non poter più essere ignorato.

La serie si compone di 5 libri, e riprendendo gli appunti che ho lasciato su Goodreads posso dire che: tutta la serie è piaciuta molto, forse il secondo mi ha presa un po’ meno, mentre il quarto e il quinto mi son piaciuti ancora di più, ma nel complesso è una serie che mi ha proprio fatto piacere leggere.

La prosa è scorrevole e mai banale, ho appreso qualche nuovo vocabolo leggendolo in inglese, quindi non solo non posso lamentarmi, ma sono ancora più contenta di aver scelto di leggerli. Ben scritti ed estremamente evocativi. Tra l’altro le rime presenti nel testo sono così ben orchestrate da rendere il tutto ancora più musicale.

In questo senso si tratta davvero di un’esperienza multi-sensoriale, per usare un’espressione cara agli intellettuali.

Le illustrazioni: sono una grande fan di altri illustratori quali Chris Riddle e John Tenniel e sin dal primo capitolo di questo libro posso dire di avere un nuovo preferito della categoria, Tony DiTerlizzi. Le immagini che ha creato non solo si sposano perfettamente con il testo, ma in qualche modo lo completano.

Per chi fosse già fan della serie e/o per chi volesse vedere un po’ di illustrazioni ufficiali: il sito di DiTerlizzi e la SpiderwickWikia

Fan del bianco e nero e dei creaturini fatti di sentieri d’inchiostro: li adorerete. Sappiatelo.

Un appunto personale, trovo buffo che io sia diventata un’ adolescente super goticheggiante senza aver letto questi ed altri libri durante la mia infanzia, lasciatemi dire che questo mi lascia un barlume di speranza per le nuove generazioni e che i timori di molte madri sono assolutamente infondati eheh

I richiami ad altre opere sono

a dir poco gradevoli  e sono così sottili che quasi non si vedono, ma ci sono. E scaldano il cuore. O almeno, sono riusciti a scaldare il mio.

Due parole sull’edizione: Questo sì che è un libro degno di ogni rubrica PornoLibresca, bello da vedersi sopra e sotto la sovra-copertina, presenta una rilegatura solida e delle pagine dall’ottima grammatura, adatte a rendere giustizia al lavoro di DiTerlizzi. Le due appendici finali con gli Sketch e i capitoli rimossi poi…sono semplicemente splendide. Una vera e propria ciliegina sulla torta.

Infine sì, ho visto anche il film. Se vi era piaciuto, ma avevate l’impressione che gli mancasse qualcosa, leggete i libri; queste pagine contengono tutti i tasselli che il film ha perso per strada.

In sintesi:

★★★★

dal mio parere su Goodreads: Una serie in cinque libri perfettamente godibile anche dagli adulti, una storia illustrata magistralmente che chiede a gran voce di essere presente sui vostri scaffali o nelle vostre librerie digitali, un barattolo pieno di lucciole che chiedono di essere liberate per lasciarsi ammirare mentre baluginano nel buio; questo è solo uno degli aspetti di questa storia che mi sento di provare a condividere, per tutti gli altri: ci sono 5 libri che aspettano solo di essere letti.

Spero di avervi lasciato la curiosità necessaria a prendere in mano il primo libro della serie e anche se così non fosse o se li aveste già letti,

alla prossima miei affezionatissimi,

A./L.

Scrivimi la tua!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: