Skip to content →

Tag: recensione fumetto

Asterix: I Dieci albi preferiti e “più” consigliati dalla sottoscritta.

Buonasera miei affezionatissimi,

mi piacerebbe scrivere di più in questa sede, quindi eccomi qui a scrivervi due righe a proposito di una delle serie di fumetti che consiglio più volentieri, anche ai lettori che non conosco bene, ovvero: Asterix.

Personaggi pittoreschi ed indimenticabili, gag acute e divertenti, cenni storici interessanti e mai boriosi. Questi sono solo alcuni egli ingredienti che potrete trovare nella pozione magica del druido Panoramix che bolle indisturbata da più di 60 anni dimentica di sciocchezze quali lo scorrere del tempo o il mutamento del mercato editoriale.

Di seguito avrete un paio di note introduttive sulla serie e poi la mia già annunciata top 10, buona lettura!

Non credo che si renda necessario partire da Adamo ed Eva in questo caso, ma…

trama in breve

Armorica – Gallia, 50 a.C. ca. gli abitanti di un minuscolo villaggio offrono strenua resistenza alla smania espansionistica di Cesare e colleghi, rimanendo tra i pochi, forse ultimi, fazzoletti di terra liberi del mondo allora conosciuto.

In particolare si seguono le vicende di due Galli, Asterix e Obelix.

Creatori della serie

René Goscinny

e
Albert Uderzo che pubblicarono il primo albo con questi protagonisti, Asterix il gallico, sulla rivista francese Pilote nel 1959.

La storia si compone di 34 volumi canonici a cui i nuovi autori, subentrati in tempi recenti, vanno aggiungendo capitoli. Al momento siamo quindi a 36 volumi a cui va aggiunto solo qualche capitolo speciale come questo.


L’edizione che andrò a mostrarvi è la stessa che potreste aver già visto tra i video pubblicati sul mio canale Youtube, ossia l’edizione pubblicata recentemente in edicola da RCS. Al momento la serie viene pubblicata in Italia da Panini Comics.

image

Leave a Comment

L’Incal

image

Buonasera miei affezionatissimi,

Stasera Vi propongo: 

image

L’Incal, Jodorowski – 

Mœbius, Edizioni BD

una recensione al limite con la rubrica in pillole, inizialmente non la volevo pubblicare, ma spero possa far piacere a chi chiedeva delucidazioni in merito a quest’opera.

Buona lettura!

Dopo averlo rincorso per anni, sono riuscita a leggere l’Incal nella sua versione integrale. L’ho diluito su due giorni, in modo da poter leggere tutte le vignette senza perdermi dei pezzi per strada e credo che consiglierei questo tipo di lettura a chiunque voglia dare una possibilità a quest’opera.

Come d’abitudine non svelo niente della trama in sè, ma propongo:

  •  la citazione che ho preferito

Sognare è sopravvivere (p.258)

  • accenno al fatto che si tratta di un’opera pubblicata originariamente tra il 1981 e il 1988 in Francia
  • e allego il link alla sua pagina su Goodreads in modo che possiate leggere la trama fornita dalla casa editrice.

Sperando di aver creato un quadro della situazione che sia essenziale, ma non inutile, veniamo alle mie considerazioni serali in merito.

Leave a Comment

Fables, benvenuti nella Favolandia di Bill Willingham

Questo è il post dedicato a Fables, di Bill Willingham. Ho scritto le pime righe di questa faccenda subito dopo aver girato un video sul mio canale Youtube, che nel passare del tempo è passato a “non in elenco”. Ecco qualche considerazione sulla serie senza dover passare da un pessimo e sfocatissimo video. Buona lettura!

Fables di Bill Willingham anteprima Arsnoctis

Letto in: Bill Willingham, Vertigo Legends – “C’era una volta Fables”, RW Lion, da Settembre 2013

Originariamente pubblicato come: Fables,  Bill Willingham, 2001, Vertigo

Trama secondo me:

C’è fermento a Favolandia, le fiabe si sono rifugiate “nel nostro mondo” per scampare a una fine orribile: l’oblio. I lettori sono sempre meno e nessuno crede più nelle fate e simili e ciò è male. Bill Willingham introduce molti dei personaggi delle fiabe a noi già noti, ma anche a nuovi volti e a nuove storie. Riuscirà questa difficile operazione di co-abitazione quando il Lupo Cattivo Cappuccetto Rosso sono ugualmente irritabili e costretti a collaborare? Lo scoprireo solo con il proseguire della serie.

I disegni secondo me: 
Fables Rw Lion by Arsnoctis

Ho dato un’occhiata alla versione a colori per esserne certa (io seguo quella in b/n) e posso dire che, nonostante i disegnatori coinvolti nella serie siano molteplici, riescono tutti a dare carattere ad ogni personaggio e ad ogni scenario di Favolandia. Nel corso della serie saranno presentati decine di volti e decine di sfondi eppure non sembrano mai troppi nè confusionari.

Leave a Comment