Skip to content →

Tag: zoya

Zoya

image

Buongiorno miei affezionatissimi,
anche oggi vi parlo dell’ultimo libro che ho letto.
Sperando possa farvi un minimo di compagnia in questa giornata torrida, vi auguro una buona lettura!

Qualche giorno fa ho deciso di partecipare alla Challenge A-Z 2015 indetta dalla Penguin e, dopo aver accuratamente depennato i 5 romanzi che ho già letto in passato, oggi ho depennato il primo titolo “nuovo” dalla suddetta lista. Apro le danze con la lettera Z, cioè con

image

 

Zoya di Danielle Steel, Sperling & Kupfer editori

Prima di arrivare alla recensione vera e propria mi concederò una breve parentesi, certa che comprenderete il nesso con quello che poi sarà il mio giudizio su questo titolo.

Tra le librerie dove mi è capitato di gironzolare in cerca di nuovi titoli da leggere, credo che ci sia sempre stato almeno un libro di Danielle Steel e in casa mia sono entrati almeno una ventina dei suoi romanzi che hanno regalato a mia madre ore e ore di lettura, ma non ne avevo mai letto uno.

Io ho un discreto livello di auto-disciplina e sono in grado di impormi anche cose insulse, vd.: mai leggere i romanzi di mia madre.
Lei mi ha sempre permesso di leggere i suoi volumi, ma è pur vero che siamo due persone talmente diverse che non stupisce che io abbia mantenuto questa sorta di regime per anni, quello che invece dovrebbe stupirVi è che io abbia cominciato a leggerne uno ogni tanto, ma…lei ha parecchi libri e io leggo parecchio. I conti tornano.

A corredo potrei aggiungere che Zoya non è esattamente il genere di romanzo che leggerei di mia spontanea volontà, ma se non è il mio primo post che leggi su questo blog, questo lo sai già, quindi posso proseguire. Ah, questa volta troverai qualche gif di Anastasia a corredo, perchè ricordano vagamente i temi di questa storia e perchè penso che possano rendere questo post un po’ meno pieno di testo.

La trama è condensata nella quarta di copertina, ma io vi lascio la mia solita “trama secondo me”.

Leave a Comment